Thursday, June 13, 2024
NotiziaCapelli oleosi: come rimediare?

Capelli oleosi: come rimediare?

Per chi ha i capelli oleosi o con la tendenza a diventare grassi, anche il giorno dopo dello shampoo può già essere un incubo. Con aloni che rimangono sulle federe del cuscino, a volte basta passare due dita tra i capelli in modo disinvolto per capire che così non si può più continuare. Se ti ritrovi in questa descrizione, sei nel posto giusto. Abbiamo consultato i nostri esperti per cercare di capire come si può rimediare a questo problema, sia in modo naturale che con degli accorgimenti chimici, e soprattutto, perché alcuni capelli hanno la caratteristica di diventare oleosi mentre altri no?

Che significa avere i capelli oleosi?

Ecco le caratteristiche più comuni.

Produzione di sebo eccessiva

Il sebo è un olio naturale prodotto dalle ghiandole sebacee per idratare e proteggere i capelli e il cuoio capelluto. Gli individui con i capelli grassi tendono ad avere ghiandole sebacee che ne producono più del necessario.

Influenza dei fattori ormonali

I cambiamenti ormonali, soprattutto durante la pubertà, le mestruazioni, la gravidanza o la menopausa, possono influenzare la produzione di sebo. Gli squilibri ormonali possono contribuire ai capelli grassi.

Genetica

I fattori genetici sono importanti anche nel determinare la produzione di sebo dei capelli. Chi dei parenti in famiglia con capelli grassi, ha diverse probabilità di avere lo stesso problema.

Tipo di capelli

Sembra che le persone con i capelli fini o lisci spesso si ritrovano con capelli che sembrano più grassi e più rapidamente rispetto a chi ha capelli ricci. La struttura dei capelli può infatti influenzare la distribuzione del sebo.

Lavaggio eccessivo

Paradossalmente, lavare eccessivamente i capelli può eliminare troppo olio naturale, portando a una sovrapproduzione di sebo nel tentativo di compensare. Ciò può provocare un ciclo di capelli grassi.

Prodotti per capelli sbagliati

L’uso di prodotti per capelli troppo idratanti o non adatti alle proprie caratteristiche può contribuire alla formazione di capelli grassi. Balsami che appesantiscono o prodotti per lo styling possono appesantire i capelli e intrappolare il sebo.

Rimedi naturali per capelli oleosi

Risciacquo con aceto di mele

Per prepararlo, diluisci l’aceto di mele con acqua (1 parte di aceto in 2 di acqua) e utilizzarlo come risciacquo finale dopo lo shampoo. Questa soluzione può aiutare a rimuovere l’olio in eccesso, bilanciare i livelli di pH e lasciare i capelli lucenti. Può essere applicato una o due volte alla settimana.

Risciacquo con succo di limone

Mescolare il succo di limone fresco con acqua e usarlo come risciacquo finale dopo lo shampoo fa bene per i capelli grassi perché il limone ha proprietà astringenti che possono aiutare a controllare l’untuosità. Attenzione a chi ha il cuoio capelluto secco o sensibile (e sapevi già che il limone può schiarire i capelli?).

Olio dell’albero del tè

Aggiungi qualche goccia di olio essenziale dell’albero del tè al tuo shampoo abituale o mescolalo con un olio vettore (come l’olio di jojoba o di cocco) e applicalo sul cuoio capelluto. L’olio dell’albero del tè ha proprietà antimicrobiche e può aiutare a controllare l’eccesso di sebo.

Gel di aloe vera

Applicare il gel fresco di aloe vera sul cuoio capelluto prima di lavare i capelli fa bene perché l’aloe vera ha proprietà lenitive e può aiutare a bilanciare la produzione di olio. Sciacqua con acqua abbondante.

Maschera all’argilla

Le migliori argille naturali per il cuoio capelluto sono la bentonite o il caolino perché possono assorbire l’olio in eccesso. Mescola il prodotto con acqua o gel di aloe vera, applica e risciacqua dopo che il tutto si è asciugato.

Risciacqui alle erbe

Usa risciacqui a base di erbe come rosmarino, salvia o menta piperita. Metti le erbe in acqua calda, lasciale raffreddare, filtrale e usa il liquido come risciacquo finale dopo lo shampoo.

Scegli lo shampoo giusto

Non dimenticare che è importante scegliere i prodotti giusti per i tuoi capelli. Usa uno shampoo delicato, senza solfati, formulato per capelli grassi. Evita i balsami pesanti, soprattutto nella zona del cuoio capelluto.

Trattamenti professionali

Taglio di capelli appropriato

Un taglio di capelli ben scelto può aiutare a gestire i capelli grassi. Ad esempio, avere dei capelli corti e scalati fanno sembrare i capelli automaticamente meno leggeri e regalano un aspetto pulito.

Chiedi al tuo parrucchiere

I parrucchieri offrono spesso trattamenti professionali per il cuoio capelluto progettati per bilanciare la produzione di sebo. Questi trattamenti possono includere massaggi del cuoio capelluto, esfoliazione/scrub e applicazione di prodotti specifici come i trattamenti chiarificanti. Questi ultimi aiutano a rimuovere gli accumuli di prodotto, l’olio in eccesso e le impurità dai capelli e dal cuoio capelluto.

Shampoo a secco

Lo shampoo a secco è efficace nell’assorbire l’olio in eccesso e fornire un aspetto fresco tra un lavaggio e l’altro. Può anche aggiungere volume e lascia un profumo molto gradevole.

Ulteriori consigli per chi ha i capelli grassi

Evita l’acqua calda

Lava i capelli con acqua tiepida o fredda. L’acqua calda può stimolare le ghiandole sebacee, portando ad un aumento della produzione di olio.

Evita di toccarti i capelli

Riduci al minimo il contatto con i capelli, poiché l’olio naturalmente presente nelle mani può trasferirsi sui capelli, facendoli sembrare ancora più grassi.

Scegli prodotti per capelli esclusivamente senza olio

Sono generalmente etichettati come “senza olio” o “per capelli grassi”. Evita i balsami pesanti e applica il balsamo solo sulle punte dei capelli.

Segui una dieta bilanciata

Garantire una dieta equilibrata con sufficienti vitamine e minerali può fare la differenza in alcuni casi. Assicurati di includere nutrienti come la vitamina A, la vitamina E e gli acidi grassi omega-3 che sono essenziali per la salute dei capelli.

Conclusioni

Sappiamo bene che avere i capelli grassi può essere fastidioso. I capelli sembrano sempre sporchi, alcune acconciature possono non andare bene perché rivelano il cuoio capelluto, e danno tanto da fare. Tuttavia, insieme ai nostri esperti abbiamo imparato che in realtà è possibile rimediare attraverso l’uso di prodotti naturali come il limone, l’argilla o l’aceto di mele. In più, un buon parrucchiere saprà consigliare un taglio adatto e che non appesantisca i capelli, oppure dei trattamenti purificanti in grado di depurare i bulbi del cuoio capelluto bloccati.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here