Thursday, June 16, 2022
Perdita di capelliRimedi per il dolore al cuoio capelluto

Rimedi per il dolore al cuoio capelluto

La tricodinia è una sensazione di dolore o fastidio che si manifesta sul cuoio capelluto, spesso associata anche a mal di testa o emicrania (talvolta sono proprio queste le cause scatenanti del dolore all’epidermide). In altri casi, si manifesta attraverso un’eccessiva sensibilità del cuoio capelluto, molto spesso accompagnata da prurito e irritazioni. Tuttavia, trattandosi di un fenomeno abbastanza complesso, le cause possono essere molteplici. Prima di analizzarle in dettaglio, è bene sottolineare che questo fenomeno, indipendentemente dalla tipologia di origine, ha quasi sempre una caratteristica comune: la testa, piuttosto che solo in alcune parti, duole in modo uniforme.

Nonostante ciò, è importante tenere presente che ogni persona accusa il dolore in modo diverso — la sensibilità può variare considerabilmente da soggetto a soggetto.

Se anche tu soffri spesso di questa complicazione, ti invito a leggere questo articolo fino alla fine perché non solo riveleremo le cattive abitudini che aumentano la sensibilità della cute dei capelli, ma anche molte informazioni in merito alle cause più diffuse, e le possibili soluzioni.

Molto spesso, siamo noi a provocare dolore al cuoio capelluto in modo involontario – nel nostro articolo metteremo in evidenza anche questo tema.

Il cuoio capelluto in dettaglio

Il cuoio capelluto è l’area della testa ricoperta dai capelli che riveste il cranio. Strutturalmente è abbastanza complessa, ed è divisa in vari strati: quella più superficiale contiene ghiandole sebacee e follicoli piliferi, in profondità si trovano fasci ricchi di collagene, vasi sanguigni, nervi, tessuto connettivo e fibroso. Nell’insieme, il cuoio capelluto svolge due funzioni importanti: sostiene e protegge la teca cranica da urti e altri pericoli esterni.

Cosa causa dolore al cuoio capelluto?

Come già menzionato, la cute dei capelli è una zona moto delicata, esposta all’azione di vari agenti interni ed esterni. Le cause del dolore possono essere infezioni, primi sintomi delle calvizie, oppure uno shampoo particolarmente aggressivo. Patogenia a parte, si tratta di un’esperienza fastidiosa che sarebbe meglio prevenire. Per questo motivo, vediamo in quali casi il dolore può avere origine dalle nostre abitudini sbagliate:

Acconciature inadeguate

Tenere i capelli legati per lungo tempo può causare tensione e dolore al cuoio capelluto.

Shampoo invasivo

Chi ha la pelle sensibile dovrebbe utilizzare dei prodotti neutri, o comunque, indicati per i casi di dermatite del cuoio capelluto.

Uso di accessori

Berretti, fasce per la testa, sciarpe o caschi eccessivamente aderenti possono causare dolore nell’area dei capillari.

Le cause da ricondursi a delle patologie o fattori esterni/accidentali:

Dermatiti

Si manifestano con arrossamento, desquamazione della pelle, talvolta accompagnata da vesciche e forfora.

Infezioni causate da funghi dermatofiti

I funghi dermatofiti sono microrganismi che si depositano sul cuoio capelluto. La loro presenza, oltre a dare origine alla tinea capitis (la famosa “tigna”), può causare dolore.

Trattamenti come la chemioterapia

La naturale caduta dei capelli non provoca dolore. Se il fenomeno si verifica a causa di altri fattori indotti come la chemioterapia, il fenomeno può essere accompagnato da dolore.

Follicolite

Si tratta di un’infiammazione dei follicoli piliferi che ne aumenta la sensibilità. É comune nei diabetici, chi soffre di eczema o ha un sistema immunitario debole; talvolta può essere causata da peli incarniti, batteri o funghi.

L’antrace (o “carbonchio”)

É un’infezione acuta causata dal batterio bacillus anthracis che generalmente colpisce la pelle. Pediculosi

I pidocchi, a parte il prurito, possono causare anche dolore acuto al cuoio capelluto.

Mal di testa

Se stress o ansia sono le cause del mal di testa, il cuoio capelluto potrebbe essere dolorante.

Perdita di capelli

La campanella d’allarme per una possibile alopecia (comunemente chiamata calvizie) può portare dolore nelle regioni in cui si verifica in modo più intenso.

Prima di intraprendere qualsiasi cura per trattare questa patologia, è importante conoscerne la causa. A volte è sufficiente sopprimere determinate abitudini per porre fine al problema. Tuttavia, la cosa migliore è rivolgersi ad uno specialista per aver confermato lo stato di salute dei capelli. Il medico sarà comunque in grado di suggerire quali sono fattori e comportamenti che aumentano la sensibilità del cuoio capelluto e quali invece potrebbero aggravarlo.

Trattamenti

Il dolore al cuoio capelluto può causare fastidi quali emicrania o mal di testa forti; fattori che nei casi peggiori potrebbero impedire una normale routine.

Chi accusa questo sintomo non può più permettersi di acconciare i capelli come prima: deve tenere in conto la sensibilità di questa area.

Se anche tu soffri di questo irritante fastidio, puoi provare alcuni dei seguenti rimedi per ridurre o eliminare i sintomi della tricodinia:

  • cambiare shampoo: i prodotti che contengono laurilsolfato di ammonio o laurilsolfato di sodio irritano facilmente la pelle. La regola vale per shampoo e altri cosmetici applicabili sui capelli, come creme, gel, ecc
  • consumare cibi con cheratina: uova, fagioli secchi, soia, frutta secca, spremute di arance e limoni, pompelmi, peperoni, cavolfiore, cipolle, riso integrale e broccoli
  • consumare cibi con collagene: il dolore al cuoio capelluto può indicare che c’è una carenza di collagene; sarebbe bene incrementare le dosi di cereali, marmellate di frutta, verdura rossa, patate, uova
  • consumare cibi ricchi di proteine: per es. pesce
  • ricevere un massaggio locale: è un rituale che può dare sollievo perché stimola la circolazione, migliora l’ossigenazione dei bulbi piliferi e lenisce le tensioni muscolari
  • effettuare shampoo con acqua non troppo calda
  • evitare diete sbilanciate o sregolate
  • proteggere i capelli da sole, sale del mare o cloro della piscina attraverso l’utilizzo di prodotti adeguati
  • applicare olii essenziali adatti alla cura e la bellezza dei capelli come la lavanda

Conclusioni

In quasi tutti i casi di tricodinia, si evidenzia un problema di salute dei capelli e/o del cuoio capelluto. Questa sensazione di dolore spesso accompagna o precede altre situazioni patologiche, come il telogen effluvium, la follicolite del cuoio capelluto, l’acne o l’alopecia. La tricodinia può aggravarsi durante periodi particolarmente stressanti, accompagnati anche da nervosismo o altri disturbi psichici.

Hai ancora dubbi?

Accusi spesso dolore al cuoio capelluto e non sai perché? Affidati alla professionalità di un esperto della salute dei capelli: solo così potrai conoscere l’origine del tuo problema ed essere avviato verso una risoluzione definitiva.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here