martedì, Ottobre 19, 2021

Trasplante de pelo, tratamientos, alopecia.

HomeNotiziaIl trapianto di capelli senza radersi la testa

Il trapianto di capelli senza radersi la testa

Quando ci si deve sottoporre ad un trapianto di capelli, è consigliato optare per una rasatura completa. Tuttavia, esiste una tecnica che non prevede questa necessità: è pensata per quei pazienti che hanno i capelli lunghi e necessitano di poche unità follicolari per coprire un’area specifica del cuoio capelluto. Talvolta è possibile radere parzialmente anche solo una piccola area: dopo l’intervento potrà essere coperta con i capelli del paziente.

Quando è possibile eseguire un trapianto di capelli senza radersi completamente la testa?

La rasatura parziale permette l’estrazione dei follicoli senza la necessità di radere completamente il paziente.

Questa opzione è adatta per uomini e donne con i capelli lunghi che accusano una caduta dei capelli localizzata: sono quei soggetti che non vogliono subire un cambiamento estetico radicale.

Altre volte, sono persone che lavorano a contatto col pubblico e non vogliono compromettersi sottoponendosi a cambiamenti che potrebbero influenzare la loro immagine o reputazione. A volte, sono semplicemente colore che non vogliono far sapere che si sono sottoposti a questo tipo di trattamento.

Innesto di capelli FUE senza rasatura

La tecnica dell’innesto di capelli FUE è in grado di ridurre il tempo di estrazione del 50%. La sua principale caratteristica è che le unità del follicolo pilifero vengono accuratamente estratte una ad una. In questo modo, si riduce la possibilità di danneggiare il meno possibile l’area donatrice del cuoio capelluto.

I vantaggi

  • Privacy del paziente: facendo un trapianto di capelli senza radersi, nessuno si accorgerà che è stato ricevuto questo tipo di trattamento.
  • Processo minimamente invasivo e recupero veloce: è necessaria solo l’anestesia locale. Non è previsto il pernottamento in clinica e in meno di 24 ore il paziente è dimesso.
  • I primi risultati cominceranno ad essere visibili tre mesi dopo l’
  • Grazie alle tecniche di impianto utilizzate dagli specialisti, l’effetto finale è una capigliatura sana, cento per cento naturale.

Gli svantaggi

  • Visione meno completa. La rasatura completa dei capelli consente ai chirurghi più libertà di operare sul cuoio capelluto del paziente; la visione della testa sarà anche più completa.
  • Meno follicoli da impiantare. Poiché l’area del cuoio capelluto non viene rasata, il numero di unità che possono essere impiantate si riduce. Con i capelli più lunghi, è necessario prestare maggiore attenzione durante il processo e ciò comporta tempi in sala operatoria più lunghi.
  • Minore sopravvivenza dei capelli. Dato che l’area ricevente non è completamente rasata, il tasso di sopravvivenza delle unità innestate sia inferiore rispetto ai pazienti che si sottopongono alla rasatura.

Innesto di capelli FUT senza rasatura

Un’altra tecnica che può non prevedere la rasatura si chiama FUT. La stessa si basa sull’incisione, taglio ed estrazione di una minima estensione del cuoio capelluto per ottenere le unità follicolari. La striscia di tessuto dermoepidermico è generalmente estratta dalla parte posteriore della testa, dove i capelli sono codificati geneticamente per durare una vita.

Per questo motivo, non è necessario eseguire alcuna rasatura in nessuna area della testa. Da questa striscia di cuoio capelluto verranno poi estratte tutte le rimanenti unità follicolari che saranno impiantate una ad una nell’area ricevente.

L’aspetto negativo della tecnica FUT è che richiede un periodo postoperatorio più lungo rispetto ad altri tipi di interventi. Questa necessità è, tuttavia, una garanzia per il paziente: i chirurghi vogliono assicurarsi della piena guarigione della zona donatrice. Sebbene questo intervento lasci una cicatrice lineare sulla parte posteriore della testa, la stessa è quasi impercettibile grazie alla sutura che riesce a nascondere i segni dell’intervento con i capelli del paziente.

Su cosa si basa il chirurgo quando sceglie la tecnica FUT o la tecnica FUE?

La scelta dell’una o dell’altra tecnica per il trapianto di capelli è guidata dalle caratteristiche particolari di ciascun paziente, e l’osservazione del medico che diagnosticherà il tipo di alopecia. Allo stesso modo, dovrà essere valutata lo stato di conservazione dell’area in cui i capelli sono andati persi, la qualità delle unità follicolari dell’eventuale regione donatrice e infine, determinare la densità complessiva dei capelli. Le varie possibilità di estrazione e l’angolo con cui nasceranno i nuovi capelli sono di fondamentale importanza nella progettazione dell’intervento su misura. Sulla base di questi fattori, e previo accordo con il paziente, è possibile pianificare il trattamento più appropriato per ottenere i migliori risultati.

Uno specialista esperto e attento avrà cura di spiegare la procedura passo passo e in ogni dettaglio: cosa consiste, quali sono i risultati da aspettarsi, la tempistica postoperatoria.

Un’altra parte importante dell’operazione avviene subito dopo il trapianto: il cliente è monitorato nel cuoio capelluto, nella zona donatrice e ricevente e da un punto di vista generale di salute. Per quanto si tratti di un’operazione di routine, effettuata in day hospital, il trapianto di capelli è pur sempre un’operazione chirurgica a tutti gli effetti.

E nel caso delle donne, la rasatura della testa è prevista?

Sebbene la prevalenza dell’alopecia femminile sia inferiore rispetto agli uomini, gli ultimi dati mostrano che questi tipi di problemi colpiscono tra il 28% e il 30% delle donne – cominciano a diventare abbastanza comuni passati i 50 anni. Le raccomandazioni che in genere si danno per un trapianto di capelli al femminile è di chiedere della tecnica FUE, che comporta una rasatura minima della zona donatrice. Facendo così, si eviterà quella brutta sensazione di doversi radere completamente la testa che le donne non amano, soprattutto se sono abituate a portare i capelli lunghi.

Rasando la testa con una certa procedura, è possibile coprire la zona donatrice con i capelli sani, impedendo di notare la rasatura o di procedere con una rasatura completa del cuoio capelluto.

Naturalmente, i tricologi tengono a sottolineare che a seconda del tipo di alopecia che le pazienti soffrono, in alcuni casi la rasatura di tipo parziale può rendere difficile l’ottenimento di unità follicolari. Per questo motivo, è fondamentale affidarsi ad un medico esperto e attendere di ricevere un’adeguata valutazione della qualità dei capelli. Insieme allo specialista, si potranno ottenere risultati estetici di qualità, di tipo definitivo. Il paziente può finalmente sentirsi sicuro di sé come una volta.

Relacionados

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Novedades

Populares