Friday, June 17, 2022
Perdita di capelliCaduta dei capelli correlata allo stress

Caduta dei capelli correlata allo stress

“Chi non è stressato non è umano” – così recita una campagna pubblicitaria di un’importante casa farmaceutica statunitense. E forse non è un caso che uno dei detti più famosi sullo stress è “sono così stressato che mi viene voglia di strapparmi i capelli”. Per alcuni, più che un semplice modo di dire, purtroppo è una realtà: caduta dei capelli e stress vanno infatti a braccetto.

Per la maggior parte degli adulti, è normale perdere in media dai 50 a 100 capelli al giorno. Perdiamo costantemente vecchi capelli – e i nuovi arrivano in sostituzione, secondo un ciclo vitale che quando funziona bene, non fa notare il passaggio tra una fase e l’altra.

Tuttavia, coloro che notano la perdita – ovvero la quantità di capelli che si perde sembra aumentare improvvisamente in un periodo stressante – allora probabilmente c’è un collegamento.

Tipi di perdita di capelli legati allo stress

Ci sono generalmente tre tipi di caduta dei capelli legati allo stress: caduta di capelli cronica, telogen effluvium e tricotillomania.

Perdita di capelli cronica correlata allo stress

Lo stress cronico a lungo termine può influenzare i livelli ormonali del corpo, in particolare il cortisolo e altri ormoni dello stress. A sua volta, la caduta dei capelli è influenzata da quelle fluttuazioni dei livelli ormonali; ciò significa che questo stress cronico e assoluto può potenzialmente portare a una perdita di capelli maggiore di quella che si soffre in casi relativi alla genetica e l’invecchiamento.

Telogen effluvium

Il telogen effluvium è un tipo più acuto e drammatico di caduta dei capelli legata allo stress. Si tratta di una risposta del nostro corpo nei confronti dello stress di tipo estremo che può far perdere la maggior parte dei capelli in una sola volta e in modo molto rapido. Generalmente, accade quando si è in pericolo di vita, o quando psicologicamente si passa un trauma importante – la perdita del lavoro, la morte di un bambino o un divorzio.

In questo processo, fondamentalmente il corpo sta deviando la sua energia dalle funzioni non essenziali – come la crescita dei capelli – a cose più essenziali come il meccanismo di sopravvivenza.

Per quanto spaventoso possa sembrare, il fenomeno del telogen effluvium di solito è temporaneo: entro circa tre mesi, i capelli dovrebbero ricominciare a crescere, e di solito si risolve in circa sei mesi.

Tricotillomania

Oltre agli ormoni che causano la caduta dei capelli, alcune persone contribuiscono attivamente al processo quando accusano una condizione chiamata tricotillomania. SI tratta di una patologia che colpisce circa 1 persona su 50; questi pazienti sono cronicamente stressati e ansiosi, e tendono a grattarsi e strapparsi i capelli come un’abitudine nervosa. Molte persone finiscono per creare evidenti punti calvi che possono svilupparsi nel tempo: tirando costantemente i capelli, stanno causando traumi fisici che possono portare ad una caduta permanente.

Consigli per chi soffre di caduta di capelli correlata a stress

I medici su questo punto sono abbastanza concordi: riuscire ad abbassare i livelli di stress significa guarire. A questo proposito, ecco alcune strategie per accelerare la ricrescita dei capelli:

Mangia bene

Seguire una dieta sana ed equilibrata può aiutare a mitigare lo stress e favorire una corretta crescita dei capelli. Gli alimenti ricchi di biotina e proteine, come uova e latte, possono favorire una crescita sana di capelli e unghie – stessa cosa per le banane. Ad alcuni pazienti vengono raccomandati integratori alimentari vitaminici che contengono antiossidanti come le vitamine C ed E, e gli acidi grassi omega-3. Prima di procedere, è necessario parlarne con il medico per assicurarsi che non si verifichino interazioni negative con altri farmaci.

Dormi a sufficienza

Lo stress e l’ansia possono disturbare notevolmente il sonno, causando insonnia e altri disturbi che modificano ulteriormente l’equilibrio ormonale. Per questo motivo, si dovrebbe dormire almeno 7 ore. Per coloro che hanno difficoltà, potrebbe essere benefico modificare delle abitudini, per esempio evitare di utilizzare PC o cellulare prima di addormentarsi, andare a letto e svegliarsi alla stessa ora ogni giorno, dormire in una stanza buia, isolare l’ambiente dai rumori.

Svolgi attività fisica

Fare esercizio fisico regolare può aiutare ad alleviare lo stress e aiuta ad affrontare in modo migliore situazioni e problemi stressanti. L’importante è stabilire una routine coerente e assicurasi di includere l’allenamento cardiovascolare per raggiungere i risultati migliori.

Impegnarsi in tecniche di rilassamento

Praticare yoga, meditazione o mindfulness può aiutare a ripristinare la calma e portare sollievo ad una mente stressata. Anche solo pochi minuti di meditazione al giorno si rivelano molto utili per ridurre lo stress e potrebbero aiutare chiunque ad uscire dal circolo vizioso che sta causando la caduta dei capelli.

Avere abbastanza tempo libero

Trovare il tempo di praticare un hobby e altre attività che fanno bene alla mente è essenziale per aiutare ad allontanare lo stress dalla vita quotidiana.

Quando è il caso di vedere un medico?

Quando ci si sente davvero preoccupati da fenomeni di caduta gravi, oppure quando si ha bisogno di aver chiarezza sul tipo di calvizie e delle cause ad essa correlate. Alcuni medici consigliano di seguire una dieta sana e di provare integratori per capelli che possono aiutarne il recupero. In altri casi, il consiglio è una terapia d’urto, come il trattamento al plasma ricco di piastrine che può accelerare il recupero in alcune situazioni particolarmente gravi.

Chiedere una consulenza medica è l’unica garanzia di una diagnosi accurata e un piano di trattamento su misura per la situazione specifica. Spesso è anche il modo attraverso il quale si può smettere di preoccuparsi così tanto dei propri capelli – e questo, di conseguenza, può abbassare i livelli di stress e accelerare il processo di ricrescita.

Conclusioni

In un caso di caduta di capelli legata allo stress, anche se sembra paradossale, essere pazienti è fondamentale per guarire. Infatti, per la maggior parte delle persone il problema si risolve da solo: cercare di rilassarsi spesso è il modo migliore per far sì che non si perda troppo tempo per raggiungere quell’equilibrio necessario al nostro corpo per stare bene. Purtroppo, non esiste una cura magica, ma il tempo cura molte cose.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here