Monday, December 5, 2022
Trattamenti alopeciaPerché mi fanno male i capelli?

Perché mi fanno male i capelli?

Capelli doloranti: chi ne ha sofferto sa bene di cosa stiamo parlando. E no, non è solo l’immaginazione che gioca brutti scherzi; i medici affermano che si tratta di una patologia valida, con diverse cause comuni. Tutto ha origine nel cuoio capelluto e, molto probabilmente, si tratta di un’infiammazione proveniente dai vasi sanguigni che inonda i nervi alla base dei follicoli piliferi e provocano dolore. Tuttavia, essendo indistinguibile dalla ciocca, sembra o ci fa pensare che sono i capelli a stare male.

Esistono diversi modi per alleviare il dolore – vediamo un pò cosa si può fare contro questo disturbo.

1. Sciogli le trecce

Cosa c’è di peggio di un’acconciatura stretta, che tira anche la fronte e i lati? Chi tende ad acconciare code di cavallo alte, treccine, chignon, e altre fantasie che possono tirare e danneggiare i follicoli, sono tra coloro che con più probabilità accusano dolore ai capelli. In questi casi, gli esperti suggeriscono di optare per questi styling così rigidi non più di un paio di volte a settimana, e di non lasciarli su quando si sta in casa e durante la notte.

Questo tipo di dolore ai capelli può essere un avvertimento sulla calvizie in arrivo – la cosiddetta “alopecia da trazione”, che è la graduale calvizie da follicoli danneggiati da modelli di acconciature troppo strette. A coloro che sono inclini al dolore dei capelli si raccomanda di usare solo elastici in tessuto morbido, che non siano aderenti. Inoltre, sarebbe bene optare per degli stili più larghi, anziché di quelli che tirano eccessivamente il cuoio capelluto. Stesso cosa vale durante la notte: bisogna evitare di dormire con la coda, altrimenti la tensione si allungherà per ore e provocherà ancora più dolore.

2. Prenditi una pausa dai prodotti

Lo shampoo a secco, uno dei best-seller per chi si allena quotidianamente e non vuole sottoporsi ad uno shampoo, è forse l’alleato più importante per combattere il dolore dei capelli dovuto all’uso eccessivo. Concedersi un giorno extra senza lavaggi di tanto in tanto va bene, ma attenzione a non abusare: se diventa un sostituto regolare per lavare i capelli, può portare alla formazione di residui nei follicoli. É risaputo che la maggior parte delle persone ne usa troppo e lo spruzza su tutto il cuoio capelluto anziché limitarsi alle ciocche. Facendo così i batteri proliferano, soprattutto se si mescolano al sudore, causando potenzialmente una cascata di infiammazione, prurito e dolore.

3. Lavali bene e lavali spesso, ma non troppo spesso

Quando si tratta di igiene, i capelli devono essere lavati a fondo, ma non troppo o tanto da buttare via l’intero equilibrio del pH: questo può essere causa di capelli doloranti. La pulizia costante asciuga il cuoio capelluto e può persino indurre una condizione di desquamazione come la dermatite seborroica, che è uno stato cronico di infiammazione. Per coloro che lavano i capelli ogni giorno o hanno un cuoio capelluto sensibile, sarebbe bene optare per uno shampoo delicato per bambini, sopratutto uno che contiene glicerina ed estratti di avocado per rinforzare la barriera cutanea. Uno shampoo che riequilibra il fattore PH, riequilibra l’intero cuoio capelluto e lo deterge in modo naturale.

4. Concentrati sulla chimica del tuo colore

Un’altra famigerata causa del dolore ai capelli potrebbe essere dato da un rituale molto amato: l’appuntamento con il parrucchiere per schiarire o colorare i capelli. A volte si possono sviluppare incanutimenti, anche di tipo prematuro che, se associati a tanti anni di colorazione, sviluppano un’intolleranza, i capelli cominciano a far male ogni volta che si toccano. In questi casi, un medico dermatologo può consigliare dei prodotti da associare alla tintura per per cambiare il livello di pH, così che possa adattarsi meglio al cuoio capelluto senza alterare il colore. Sfortunatamente, il trucco non funziona con la decolorazione, che può causare livelli così elevati di irritazione (soprattutto se lasciata troppo a lungo) che alcuni pazienti – soprattutto i castani che vogliono diventare biondi a tutti i i costi – hanno dovuto ricorrere a steroidi topici per sedare la furia chimica incontrollabile.

5. Prevenire è sempre meglio che curare

Il dolore ai capelli è in realtà un evento più comune tra coloro che soffrono di emicrania: chi è affetto da questa condizione atroce probabilmente sa cosa è l’allodinia, che colpisce fino a due terzi dei malati di emicrania. Si tratta di stimoli fisici che capitano in diverse occasioni: quando ci si spazzola capelli, si indossa un cappello o si fa una coda di cavallo, oppure si sente l’acqua che passa tra i capelli sotto la doccia. Tuttavia, questi gesti da normali diventano dolorosi; per esempio, sdraiarsi sul lato del mal di testa può anche rendere il cuoio capelluto particolarmente dolente e suscettibile. Tutto ciò è il risultato della ripetuta attivazione di cellule nervose nel cervello che sono coinvolte nel processo di emicrania: nuovamente, le acconciature strette possono certamente essere un primo passo che contribuisce al fenomeno, anche se i capelli che fanno male possono anche farlo separatamente, come parte di un attacco di emicrania causato da altri fattori.

I dati hanno dimostrato che la migliore possibilità di dare sollievo a chi soffre di emicrania è con l’utilizzo dei triptani, una classe di farmaci specifici per l’emicrania, che devono essere assunti all’inizio dell’attacco, prima che si stabilisca il processo di allodinia. E se i capelli fanno male durante un caso di mal di testa cronico, allora sarebbe il caso di avvertire il medico curante perché è un fattore di rischio per lo sviluppo di attacchi più frequenti. Inoltre, sarebbe utile lavorare con uno specialista del mal di testa (basta fare una ricerca online e si possono trovare cliniche apposite) per assicurarsi che il trattamento sia adatto al tipo di emicrania che si sta registrando.

Per concludere

Indipendentemente dal fatto che il dolore ai capelli derivi dallo styling, dalle abitudini di lavaggio o dall’emicrania, è consigliato lasciare i capelli sciolti il più spesso possibile, poiché i follicoli hanno bisogno di tempo per decomprimersi e ringiovanire, proprio come te.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here