Monday, June 24, 2024
NotiziaCome pulire il cuoio capelluto in modo efficace

Come pulire il cuoio capelluto in modo efficace

Quando si pensa alla salute dei capelli, di solito la prima cosa che viene in mente sono i capelli. Se sono sporchi si cercano dei prodotti adatti per purificarli, oppure se si tratta di ottimizzare la durata del colore, la prima cosa che viene in mente sono lozioni o creme in grado di allungare la durata del trattamento chimico scelto. Tuttavia, il cuoio capelluto gioca un ruolo fondamentale nella salute delle nostre teste. Basta immaginarlo come un terreno fertile su cui crescono delle piante: se le stesse devono dare i suoi fiori e frutti, devono avere un ambiente protetto e salutare. Se anche tu vorresti avere un cuoio capelluto pulito e fresco a livello quotidiano ma non sai da dove iniziare, assicurati di leggere questo articolo fino alla fine. Abbiamo messo assieme tutte le informazioni più importanti, così che in poco tempo saprai tutto ciò che c’è da sapere!

Perché il cuoio capelluto è importante?

Come accennato, se i tuoi capelli non godono di buona salute, probabilmente una delle possibili cause potrebbe risiedere in una cattiva gestione del cuoio capelluto. Infatti i follicoli piliferi, che sono i bulbi dentro i quali ciascun singolo capello può crescere, affondano le loro radici nel microbioma del cuoio capelluto – cioè dove si verificano tutte le interazioni dei vari microrganismi che lo compongono.

Rischi di un cuoio capelluto sporco

Tra i vari problemi che possono riscontrarsi in casi di negligenza della pulizia del cuoio capelluto, ricordiamo i più diffusi:

  • Forfora
  • Eczema
  • Secchezza eccessiva
  • Dermatite seborroica
  • Psoriasi
  • Dermatite topica

Tutti questi fenomeni possono manifestarsi o essere anticipati attraverso mancanza di lucentezza e vitalità, rottura graduale di ciocche e capelli spenti e senza vita. Nelle situazioni più gravi, un cuoio capelluto problematico potrebbe anche portare a una caduta di capelli prematura.

Come non trascurare il cuoio capelluto: una check-list

Ci sono tante abitudini che possono portare a cambiamenti radicali nella salute di capelli e cuoio capelluto.

Pulizia dei follicoli piliferi

Se hai intenzione di prendere dei provvedimenti in questo senso, assicurati di cominciare con una routine di bellezza e/o igiene sia dei capelli che del cuoio capelluto in modo periodico. Si raccomanda almeno settimanalmente oppure ogni quindici giorni. Il motivo è semplice: usando i prodotti giusti, i follicoli piliferi rimangono purificati. Immaginateli come uno scolapasta che ha bisogno di essere sempre pulito se si vuole scolare la posta in modo ottimale: al contrario, se la sporcizia ostruisce i pori, i capelli non solo non crescono bene, ma col tempo, possono anche cadere.

Fai uno scrub del cuoio capelluto

Anche questa è un’abitudine che per molti può sembrare bizzarra, proprio perché i capelli sono sempre la parte delle nostre teste che tendono ad avere più attenzione. Ma come si effettua una esfoliatura per la pelle, la stessa abitudine dovrebbe essere intrapresa per il cuoio capelluto. Si può realizzare con prodotti esfolianti fisici o chimici, e tra i tanti benefici che apporta, ricordiamo:

  • Favorisce una migliore circolazione sanguigna
  • Pulisce in profondità
  • Aiuta la crescita dei capelli

Massaggio

È consigliato soprattutto per chi ha problemi di crescita dei capelli, proprio per la possibilità di stimolare la circolazione sanguigna (che, a sua volta, favorisce la crescita dei capelli). Un buon massaggio al cuoio capelluto aiuta anche a ridurre lo stress, sia a livello topico che nei riguardi di tutto l’organismo. Se non sai come fare o non hai voglia di spendere troppo, chiedi al tuo partner o alla tua migliore amica di effettuare un pò di pressione con l’indice e il pollice sulle tue tempie. Quei movimenti circolari faranno miracoli!

Le 5 migliori abitudini per mantenere il cuoio capelluto pulito e sano

1. Non lavare capelli e cuoio capelluto troppo spesso

Chi ti dice che fare lo shampoo tutti i giorni fa bene, si sbaglia di grosso, ma potrebbe anche avere ragione. Confuso? Beh, forse a leggerla così. In realtà, la differenza tra una buona abitudine di shampoo e una cattiva sta nel non conoscere il proprio tipo di capelli e cuoio capelluto. In questo senso, sarebbe impossibile creare una legge che vale per tutti. Ad esempio, se hai i capelli grassi, che tendono a diventare oleosi, probabilmente aspettare una settimana per fare lo shampoo è una cattiva idea. Impara a conoscerti prima, e poi sarà facile stabilire la routine che fa per te.

2. Compra i prodotti adatti per te

Questa regola segue un pò quella che abbiamo appena elencato. Sapere quante volte a settimana fare lo shampoo fa bene per te, va di pari passo col conoscere i prodotti che fanno bene per i tuoi capelli. Spesso per poterli provare ci vogliono un pò di tentativi – a volte vanno a vuoto, altre volte no. Inoltre, tieni conto che le stagioni diverse influenzano anche il modo in cui i capelli e cuoio capelluto reagiscono ai prodotti.

3. Mangia più antiossidanti

Se hi l’abitudine di comprare mirtilli e frutti di bosco, stai già facendo tanto bene ai tuoi capelli, forse senza neanche saperlo. Gli antiossidanti sono infatti una fonte importantissima di protezione contro l’azione dei radicali liberi. Queste molecole possono danneggiare i tessuti e le cellule e, col tempo, causare rotture, infiammazioni, diradamento e perdita precoce dei capelli.

4. Usa l’olio dell’albero del tè

Conosciuto anche come tea tree oil, questo potente unguento dovrebbe essere dentro l’armadietto di ogni bagno. Le sue proprietà benefiche nei confronti di capelli e cuoio capelluto sono infatti numerose:

  • Antimicotico
  • Antibatterico
  • Antinfiammatorio
  • Allevia il prurito

Inoltre, riesce a promuovere la crescita dei capelli a causa della sua azione altamente depurativa dei follicoli piliferi. Come già accennato, facendo così gli stessi sono liberi di generare fusti dei capelli forti, che resistono alle intemperie di tutti i giorni.  L’olio essenziale dell’albero del tè è particolarmente indicato per chi soffre di forfora: grazie alle proprietà antifungine, riduce la crescita di lievito e funghi che danno vita alle scaglie e mantiene il derma equilibrato.

Conclusioni

Ormai abbiamo appreso come pulire il cuoio capelluto è tanto importante quanto i nostri capelli. Facendo così, non soltanto il nostro aspetto sarà migliore, ma la crescita dei capelli sarà promossa in un ambiente sano.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here