Saturday, April 13, 2024
Alopecia maschileChe alopecia hai? Ecco lo shampoo di cui hai bisogno

Che alopecia hai? Ecco lo shampoo di cui hai bisogno

Ti è mai capitato di passare un periodo trovando più capelli nella spazzola, oppure dopo aver fatto lo shampoo, dentro il piatto della doccia? E magari, è successo contemporaneamente a quando preparavi la tesi di laurea o andando incontro ad un divorzio. Senza nemmeno rendertene conto, il corpo era più stressato del solito. Questi esempi dimostrano come prendersi cura di sé inizia anche dalla prevenzione. A questo proposito, l’importanza di utilizzare lo shampoo corretto è fondamentale soprattutto per coloro che hanno dei capelli estremamente deboli, oppure soffrono di segni di diradamento o primi accenni di caduta di capelli. Per questo motivo, abbiamo stilato questo articolo chiedendo ai nostri esperti consigli per gli shampoo adatti alle tipologie di caduta di capelli più comuni. Assicurati di leggere l’articolo fino alla fine, in pochissimo tempo saprai tutto quello che c’è da sapere!

Varie tipologie di caduta dei capelli

In questo elenco, ci limitiamo ad elencare le tipologie più comuni.

Alopecia androgenetica

Come suggerisce il nome stesso, è di tipo genetico quel tipo di caduta di capelli che si verifica a causa di un fattore ereditario. Può colpire sia uomini che donne, si fa più frequente dopo trent’anni, ed è generalmente l’antifona di un’alopecia permanente.

Telogen effluvium

Questa malattia sembra aver raggiunto il picco della sua diffusione durante la pandemia del COVID-19, in quanto si manifesta presso coloro che stanno subendo tanto stress, o si apprestano a passare un periodo molto stressante della loro vita. La buona notizia è che si tratta di un fenomeno assolutamente temporaneo: ciò significa che, una volta sorpassato il momento difficile, i capelli ricominceranno a crescere come se nulla fosse accaduto.

Alopecia da trazione

Coloro che indossano delle acconciature molto strette e per periodi di tempo prolungati, possono ritrovarsi con una forma di caduta di capelli denominata alopecia da trazione. Sebbene possa manifestarsi anche attraverso degli episodi abbastanza gravi, è bene tenere presente che è un’altra tipologia di quelle cadute di capelli che possono essere risolte non appena si modificano le cattive abitudini.

Lo shampoo che fa per te in base al tipo di caduta dei capelli

Alopecia androgenetica: Nizoral Shampoo

Qualsiasi shampoo contenente ketoconazolo, ma anche saw palmeto e caffeina, è consigliato a chi soffre di questo tipo di caduta di capelli permanente. Questo ingrediente infatti svolge un’azione che potrebbe avere degli effetti positivi nell’inibire il testosterone DHT, ritenuto responsabile dell’alopecia androgenetica.

Telogen Effluvium: L’Oréal Professionnel Absolut Repair Molecular

In questo caso gli esperti consigliano di cercare tra gli ingredienti la biotina, niacina e il pantenolo – perfetti per contrastare gli effetti dello stress e promuovere un cuoio capelluto in salute, tendente alla crescita.

Alopecia da trazione: Biofficina Toscana Shampoo Purificante

Gli esperti consigliano di optare per uno shampoo chiarificante, in modo da potersi assicurare un’igiene perfetta della cute dei capelli. Nonostante ciò, la cosa più importante da fare è modificare le abitudini di stile e cercare di puntare su delle acconciature che non sono strette e/o in grado di continuare a provocare una caduta dei capelli.

Alopecia Cicatriziale: Kerastase Specifique Anti Caduta

Si tratta di una tipologia di caduta di capelli che spesso è accompagnata da infiammazioni e cicatrici. Per questo motivo è necessario procedere in modo assolutamente delicato, assicurandosi di applicare un prodotto con un fattore altamente idratante, privo di siliconi e parabeni, che stimola la microcircolazione e si prende cura del cuoio capelluto con un agente antibatterico.

Consigli su come lavare i capelli in caso di alopecia

1. Utizzare l’acqua fredda

Probabilmente leggere quest’informazione non farà felice molte persone, ma l’acqua fredda durante lo shampoo sembri apportare vari benefici a capelli e cuoio capelluto – incluso mantenere equilibrato il sebo dei capelli. Se si evita l’acqua calda, la testa sarà asettica e se l’acqua fredda non è un’opzione per te, almeno considerala tiepida.

2. Non lavare i capelli con troppa frequenza

Vero che chi ha i capelli grassi dovrebbe fare lo shampoo almeno ogni due giorni, tuttavia bisognerebbe anche considerare se il soggetto è propenso alla caduta dei capelli. In questo caso, lavaggi un po’ troppo frequenti potrebbero peggiorare la situazione. In caso di dubbio, meglio chiedere consiglio al proprio medico, il quale valuterà il proprio caso specifico.

3. Attenzione con il balsamo

Se ami idratare i tuoi capelli, ti consigliamo di applicare il balsamo esclusivamente sulle punte e sulle lunghezze. Infatti, un’eccessiva quantità sul cuoio capelluto potrebbe non soltanto appesantire la capigliatura, ma anche appiattirne l’aspetto già compromesso.

Cosa fare quando lo shampoo non è abbastanza?

È importante essere consapevoli dei sintomi che si verificano durante un certo periodo di tempo e qualora gli stessi peggiorassero. Ad esempio, se ti ritrovi con una quantità di capelli persi raddoppiata rispetto a quella a cui sei abituato, oppure semplicemente la stai notando per la prima volta. Questo fenomeno è infatti previsto nell’arco del nostro ciclo vitale dei capelli, ma una quantità eccessiva è un’anomalia. In questo caso, il nostro consiglio è di rivolgersi ad un professionista del settore che potrà dare dei consigli mirati e pensati esclusivamente per te.

Conclusioni

L’alopecia ci fa immaginare una persona completamente calva, eppure i sintomi di una caduta di capelli – anche di tipo temporaneo – sono spesso identici a quella di tipo permanente. Ad esempio, le donne notano un diradamento all’altezza della linea di mezzo, mentre gli uomini generalmente manifestano una perdita che accorcia la capigliatura partendo dalle tempie. In questo senso, ogni dettaglio relativo alla cura di sé è essenziale, incluso lo Shampoo. Di solito non si presta molta attenzione a questa abitudine, oppure si acquista un prodotto in offerta, o utilizza quello del proprio compagno o compagna. Niente di più sbagliato: soprattutto quando si manifestano dei sintomi di alopecia, è bene assicurarsi con un professionista circa le cause e al percorso da seguire. Se necessario, meglio procedere con l’acquisto di un prodotto che riesca ad aiutare il ciclo vitale dei capelli e in generale favorirne la crescita. Non dimenticare di lavarti con la massima delicatezza, se puoi, effettuando dei massaggi regolari sul cuoio capelluto in modo da stimolare la circolazione sanguigna, ed evitando acconciature eccessivamente strette.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here