Sunday, December 4, 2022
Trapianto di capelliCome scegliere un buon chirurgo dei capelli

Come scegliere un buon chirurgo dei capelli

La specialità della chirurgia del trapianto di capelli ha subito profondi cambiamenti negli ultimi anni, e non sempre sono andati in senso positivo. Sebbene i notevoli progressi tecnologici – come la chirurgia robotica assistita, l’estrazione follicolare assistita dall’aspirazione e l’impianto di innesto semiautomatico – questi, secondo specialisti riconosciuti del trapianto di capelli, hanno un impatto minimo sul miglioramento dei risultati chirurgici e/o la vita dei pazienti sottoposti ad un trapianto. Inoltre, tutti gli strumenti chirurgici dipendono dal modo in cui vengono usati: in mano a professionisti non qualificati e scarsamente addestrati, il rischio di poter incorrere in danni di tipo permanente è molto alto.

Inoltre, i social media, la radio, la televisione e la stampa tradizionale offrono al consumatore vulnerabile un prodotto che chiamano “sicuro e garantito”  ma sfortunatamente, non sono tutte le cliniche che sono all’altezza dei risultati che pubblicizzano.

Questo articolo ha lo scopo di guidarti in una direzione più onesta, in modo da sapere cosa cercare in un chirurgo che si occupa di trapianto di capelli.

1. Fai la tua ricerca

La commercializzazione odierna della chirurgia del trapianto di capelli tende a tralasciare gli aspetti più critici della procedura, concentrandosi solo sul tipo di prelievo o dispositivo chirurgico offerto. Molti consumatori vengono fuorviati, oppure si approfitta della loro vulnerabilità a livello psicologico: ogni buon tricologo sa quanto è difficile convivere con l’alopecia. Durante la tua prima consulenza, discuti tutti i pro e i contro della procedura con il chirurgo qualificato per il trapianto di capelli. Durante la tua ricerca, sarebbe bene creare un file excel con i nomi di tutte le cliniche, i prezzi, le recensioni degli ex pazienti e ogni informazione utile per condurre un confronto adeguato.

2. Controlla la credibilità dell’istituto

Per iniziare la tua ricerca, potresti contattare un’organizzazione di consumatori locale che seleziona selettivamente chirurghi etici e qualificati per il trapianto di capelli. Quando non disponibile, probabilmente è bene controllare che le opinioni dei clienti passati sono veritiere.

3. Il trapianto è un gioco di squadra

Non avere paura di chiedere ai potenziali chirurghi da quanto tempo hanno lavorato con i loro team. Storicamente, le cliniche più grandi hanno un tasso di turnover del personale molto più alto, quindi di solito è meglio rivolgersi ad un singolo professionista. Informati su chi sono i tuoi tecnici, se lavorano a tempo pieno per il chirurgo e quali sono le loro esperienze e i doveri che tengono in considerazione durante l’intervento.

4. Chiedi senza scrupoli

Se sei timido, portati un amico che non lo è. Ma è importante porre le domande giuste e, soprattutto, valutare come le stesse soddisfino (o meno) le tue esigenze. Per esempio, se il medico o il gruppo di trapianto di capelli che stai prendendo in considerazione afferma di eseguire una o entrambe l’estrazione di unità follicolari (FUE) o il trapianto di capelli di unità follicolari (FUT), puoi provare a chiedere quanto segue.

Per FUT:

  1. gli innesti vengono sezionati al microscopio?
  2. Tutti i tecnici utilizzano stereomicroscopi?
  3. Da quanto tempo i tecnici utilizzano i microscopi per sezionare le unità follicolari?
  4. Quanti stereomicroscopi vengono utilizzati durante una procedura?
  5. Il medico del trapianto di capelli usa un coltello a lama singola per asportare la striscia del donatore? (La risposta deve essere )

Per FUE:

  1. quante procedure FUE ha già eseguito il medico?
  2. Chi esegue la dissezione degli innesti FUE, il chirurgo o i tecnici?
  3. Se l’ambulatorio è guidato da un tecnico, scopri le qualifiche dei tecnici, se sono dipendenti a tempo pieno o lavorano su base giornaliera. (È preferibile il tempo pieno.)
  4. A seconda dello stato o della provincia, sarebbe importante controllare l’autorizzazione dei tecnici per eseguire quell’aspetto dell’intervento chirurgico.
  5. Gli innesti FUE vengono esaminati e rifiniti al microscopio prima dell’impianto? (Questo è un passaggio fondamentale per garantire un risultato naturale; spesso le nuove pratiche “solo FUE” non prevedono questa parte dell’operazione).

5. Pensaci

Hai chiesto un preventivo e ti senti letteralmente vittima di stalking?

Allora prendi ancora più tempo. Anche se perdere i capelli è un fenomeno che crea talmente tanti disagi dal punto di vista psicologico che si vuole risolvere tutto e subito, probabilmente un campanello d’allarme è la maniera frettolosa in cui vengono gestite le richieste dei pazienti dopo la prima consulenza o il primo contatto.

Una clinica o un medico che sono dei veri professionisti deve rispondere a tutti i dubbi senza spingere a nessuna conclusione affrettata. Dopotutto, stiamo parlando della tua salute.

Vantaggi della tecnica FUE

Rispetto alla più tradizionale tecnica FUT o STRIP, la tecnica che prevede delle estrazioni di unità follicolari singole è di certo la più consigliata; vediamo quali sono i punti più importanti.

Innanzitutto, non viene utilizzato il bisturi per raccogliere il tessuto donatore; i follicoli piliferi non sono soggetti a punti di sutura e, per questo, dopo l’operazione non sarà visibile alcuna cicatrice. In più, la tecnica FUE riduce al minimo delle complicazioni altrimenti frequenti, come l’intorpidimento temporaneo – o, in rari casi, permanente – dell’area donatrice del cuoio capelluto. I capelli del donatore vengono infatti raccolti utilizzando punzoni chirurgici di piccolo diametro, che sezionano e rimuovono un innesto per volta. Tutto ciò si traduce in minuscole ferite puntate (rotonde) che guariscono da sole in pochi giorni (formano una crosticina che cadrà). Nella più vecchia tecnica FUT, si creava una singola ferita lunga che richiedeva la chiusura chirurgica.

Voglio un trapianto di capelli perfetto, è possibile?

Sebbene la FUE è un metodo molto acclamato, poiché la tecnica è minimamente invasiva, rappresenta solo una piccola parte della chirurgia del trapianto di capelli.

Gran parte del risultato finale dipende dalla corretta selezione del chirurgo (effettuata dal paziente): durante la prima consulenza, il medico tricologo si occuperà del design dell’attaccatura dei capelli, della preparazione del sito ricevente, dalla corretta manipolazione delle unità follicolari e dal perfezionamento relativo agli innesti di capelli.

Si tratta di una procedura complessa, con molti passaggi critici che devono essere rispettati per garantire un trapianto di capelli perfetto: scegli con attenzione e andrà tutto bene.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here